L'Istituto e la sua storia


La nostra Scuola nasce dal progetto della Congregazione delle Suore benedettine. L'organizzazione della Scuola è stata progettata ed opera attraverso l'azione di orientamento della dirigenza, che costantemente si prende cura sia della Scuola dell'Infanzia che della Scuola Primaria, con il fine di garantire un'offerta formativa completa e di qualità. 


Cenni Storici del Monastero Immacolata Concezione

di viale Marchese di Villabianca a Palermo


Il Monastero dell’Immacolata Concezione in Palermo fu fondato nel 1577, per munificenza della Signora Donna Laura in Barbera, che donò il suo palazzo a questo scopo.
Le prime cinque Monache vennero mandate dal Monastero dell’Origlione: la prima Abbadessa fu donna Benedetta Reggio, che tenne il pastorale sino al 1612, anno della sua morte.
Il 10 Maggio 1864, in seguito agli eventi politici avversi agli Ordini Religiosi, le Monache furono espulse dal loro Monastero che fu adibito ad ospedale civile e si rifugiarono nel Ven.le Monastero di Santa Chiara dove rimasero, come ospiti, per ben 22 anni.
Nel 1886 passarono in un edificio annesso alla Chiesa di S. Pietro e Paolo, dove poterono riprendere la vita regolare benedettina e riaprire il Noviziato.
In seguito, avendo il Card. Arciv. Lavitrano creduto opportuno erigere in parrocchia la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo, le Monache furono costrette ancora una volta ad emigrare, per cui si costruirono un Monastero nuovo di loro proprietà con la Chiesa e vi si trasferirono il 14 Ottobre 1940.
Gli eventi bellici della seconda guerra mondiale nuovamente dispersero la Comunità, poiché il Monastero nel 1943 fu requisito per venire adattato ad ospedale militare, ospedale, che in seguito la Croce Rossa italiana ritenne abusivamente per 12 lunghi anni.
Nel Settembre del 1954 le poche Monache superstiti – due di Coro e tre sorelle converse, tutte anziane e di salute cagionevole, che nel frattempo erano state ospitate nel Monastero di S. Paolino, poterono finalmente rientrare nel loro Monastero e riprendervi la vita regolare con l’aiuto di quattro elementi giovani ed attivi, venute espressamente dal Monastero di S. Paolo in Sorrento per rialzare le sorte del Monastero della Concezione.
Pertanto, con decreto del 18 Agosto 1954, S. E. Rev.ma il Cardinale Ruffini, Arcivescovo di Palermo, successo al Card. Lavitrano, nominava Priora del ricostituito Monastero di Donna Maria Agnese Tafuri osb., Monaca del Monastero di S. Paolo di Sorrento, trasferitasi alla Concezione, dandole facoltà di riaprire il Noviziato.

Commenti

Posta un commento